Il pilota vola in aereo per tirare il pugno in aria come tributo a George Floyd

MONDO

- Dimitri Neonakis, un pilota in Canada, ha tracciato un percorso a forma di pugno per mostrare sostegno alle proteste che chiedono giustizia per la morte di George Floyd



- Il pilota ha detto che il simbolo del pugno è quello che ama e rispetta così tanto da aver chiesto la fine totale del razzismo



- Giovedì 4 giugno il percorso artistico è andato avanti per due ore e mezza alla velocità di 150 miglia orarie

Il nostro manifesto: questo è ciò in cui crede YEN.com.gh

Un pilota in Canada, Dimitri Neonakis, ha preso il volo per mostrare solidarietà alle proteste in corso per la morte di Goerge Floyd e altri neri americani per mano della polizia.



Giovedì 4 giugno, il pilota ha volato un percorso per formare prima la forma di un rilancio, un simbolo sinonimo di Black Lives Matter, riporta USA Today.

In un post su Facebook, Dimitri ha affermato che 'la forma' del 'simbolo del movimento' è quella che 'rispetta e sostiene' mentre dedica il volo a Gorge Floyd.

LEGGI ANCHE: Lady racconta come sua madre single si è presa cura di tutti e 7 i bambini vendendo 'bofrot'



Secondo PerFlightAware, lo spettacolo aereo è andato avanti per circa due ore e mezza a circa 150 miglia all'ora.

Va notato che questa non è la prima volta che il pilota percorre un percorso per l'arte e il significato sociale. All'inizio dell'anno, ha fatto la stessa cosa per l'amica di sua figlia, sopravvissuta al cancro.

Nel frattempo, è stato riferito in precedenza che anche la duchessa del Sussex, Meghan Markle, ha prestato la sua voce all'uccisione di George Floyd negli Stati Uniti in un nuovo video.



Ha detto che inizialmente temeva che se avesse parlato, le persone avrebbero separato le sue parole. La duchessa ha aggiunto di essersi poi resa conto che 'l'unica cosa sbagliata da dire è non dire niente'.

LEGGETE ANCHE: Osu Wor-Lumor dà la vera origine dei nomi Ga Nii e Naa



“…E non ero sicuro di cosa avrei potuto dirti. Volevo dire la cosa giusta ed ero davvero nervoso che non l'avrei fatto o che sarebbe stato smontato ' ha detto durante il videomessaggio.

In un momento molto emozionante, ha elencato i nomi di coloro che avevano subito la stessa sorte nelle mani dei poliziotti in America.



“La vita di George Floyd contava e la vita di Breonna Taylor contava. E la vita di Philando Castile contava e la vita di Tamir Rice contava,' lei disse.

Markle ha anche detto che anche tutti coloro che erano morti in quel modo 'di cui conosciamo i nomi' e 'non sappiamo' contavano.



Ti piace leggere le nostre storie? Scarica L'app di notizie di YEN su Google Play ora e rimani aggiornato con le principali notizie del Ghana!

Yenkasa: faresti la fila per il registro elettorale? | #Yencomgh

Diventa interattivo tramite il nostro Facebook pagina.