Incontra la principessa Ashanti che ha fondato il lignaggio Akan in Costa d'Avorio dopo aver offerto suo figlio

GHANA

Per la loro orgogliosa dimostrazione di ricchezza, cultura e il loro dominio nella storia dell'Africa occidentale, la tribù Ashanti fino ad oggi rimane uno dei clan più importanti e popolari del gruppo etnico Akan nell'Africa occidentale.

La tribù Ashanti rimane uno dei clan più importanti e notevoli del gruppo etnico Akan nell'Africa occidentale e la sua gente possiede con orgoglio la propria ricchezza e cultura.



Attualmente, si trovano principalmente in tutte le parti del Ghana e nella vicina Costa d'Avorio, ma originariamente sono emersi dal Ghana moderno.



Guidati dalla principessa Pokou, che in seguito divenne regina, alcuni membri della tribù Ashanti si trasferirono e si stabilirono in Costa d'Avorio, dove ora sono conosciuti come il popolo Baoule e si identificano come Akan piuttosto che un sottogruppo degli Ashanti.

La tribù Baoule è una delle più grandi della Costa d'Avorio.



La principessa Ewurabena Pokou nacque un martedì tra il 1700 e il 1720 a Kumasi, in Ghana.

  Incontra la principessa Ashanti che ha stabilito il lignaggio Akan in Costa d'Avorio dopo aver sacrificato suo figlio
Principessa Ewurabena Pokou. Credito fotografico: www.facebook.com
Fonte: UGC

Suo padre era un guerriero che non era documentato perché non aveva un lignaggio reale.

La principessa Pokou ha guadagnato la sua regalità attraverso la cultura matriarcale degli Ashantis.



Sua madre, Nyakou Kosiamoa, era la nipote di Osei Kofi Tutu I, co-fondatore dell'Impero Ashanti.

Abena è un nome tradizionale degli Akan dato a una ragazza nata di martedì. Nella storia orale Akan, i nati di martedì sono descritti come audaci, potenti e indipendenti. La principessa Pokou viveva con il suo nome ed era nota per la sua natura esuberante.

Durante l'espansione degli Ashanti, molti sottogruppi furono costretti a riconoscersi ea sottomettersi completamente all'Impero Ashanti. La principessa Pokou riteneva inutile che l'Impero volesse più potere e controllo.



La disputa portò alla guerra e la principessa Pokou decise di migrare con il suo prete feticcio, suo figlio e un gruppo di volenterosi Ashanti in un nuovo territorio.

Giurando di non tornare mai più a casa, si trasferì con la sua gente verso ovest dal Regno Ashanti verso il fiume Kamoe.



LEGGI ANCHE: Il bambino di 7 anni più veloce del mondo può già correre i 100 metri in 13,48 secondi

Il piccolo gruppo ha raggiunto con successo il fiume Kamoe ma non è stato in grado di attraversarlo sapendo che conteneva dei coccodrilli.



Secondo la storia orale del popolo Baoule in Costa d'Avorio, la principessa Pokou consultò il suo sacerdote su come attraversare il fiume.

Dopo aver consultato gli dei, il suo sacerdote la informò che doveva essere fatto un sacrificio del suo bene più prezioso affinché il suo popolo attraversasse con successo.



La principessa Pokou ha sacrificato suo figlio, gettandolo nel fiume per placare i coccodrilli e le persone sono state in grado di attraversare lasciando il territorio degli Ashanti e il Ghana nel suo insieme.

Il popolo e la loro principessa continuarono il loro viaggio finché raggiunsero una terra fertile e si stabilirono in quella che oggi è l'odierna Costa d'Avorio. Si chiamavano Baoule, che significava 'il bambino è morto' per ricordare il sacrificio del loro capo.

La principessa Pokou divenne regina e regnò fino alla sua morte intorno al 1760, tuttavia, nel suo breve regno, fu in grado di espandere il suo regno e rendere le persone agricoltori e commercianti di successo accumulando ricchezza.

Ha anche instillato coraggio e fiducia nel suo popolo che è passato alla storia per aver condotto la più lunga guerra di resistenza alla colonizzazione francese in tutta l'Africa e aver mantenuto le proprie credenze tradizionali e il proprio stile di vita.

Questo è il motivo per cui la tribù rimane la più grande in Costa d'Avorio fino ad oggi.

A causa della perdita della lingua, il nome della principessa che originariamente era Ewurabena Pokou è stato alterato in molte varianti come Awura Pokou, Aura Pokou e Abla Pokou che è la più popolare delle tre.

La sua storia è stata riscritta principalmente in francese spiegando perché è rimasta sconosciuta negli ambienti inglesi per così tanto tempo.

Le recenti traduzioni in inglese stanno portando alla luce la sua storia e facendo di lei una delle regine più coraggiose dell'Africa occidentale.

La scrittrice ivoriana Veronique Tadjo ha vinto il Grand Prix Literaire d'Afrique Noire per il suo libro Rein Pokou, che è stato successivamente tradotto in inglese.

È ampiamente studiata nelle scuole della Costa d'Avorio ed è stata premiata con un francobollo postale.

LEGGI ANCHE: Le persone che 'insultano' le donne in politica potrebbero essere perseguite con la legge sull'azione affermativa

Star Gist: Ho iniziato a recitare perché mi è stato detto che assomiglio a Suzy Williams - Kisa Gbekle| #Yencomgh

LEGGI ANCHE: Laureati della dea della matematica ghanese con dottorato di ricerca in matematica dalla migliore università del Regno Unito

Hai questioni di interesse nazionale e umano da discutere?

Conosci qualcuno che è estremamente talentuoso e ha bisogno di riconoscimento?

Le tue storie e le tue foto sono sempre benvenute. Diventa interattivo tramite il nostro Facebook pagina.